MarcaFoto

Presentato a SMAU 2016

I rischi di sicurezza delle APP mobile

Secondo quanto riportato da uno studio del Ponemon Institute del 2016, il costo medio di una violazione dei dati è aumentato da 3.79 milioni di dollari nel 2015 a 4 milioni di dollari nel 2016 con un costo medio per ogni record perso o rubato di circa 150 dollari.

La sicurezza in ambito mobile coinvolge di solito quattro categorie: minacce fisiche, minacce della della rete, malware e vulnerabilità.

Linee guida dei Garanti europei: data protection officer e portabilità dei dati nel nuovo Regolamento UE

Con una nota pubblicata in data 19 dicembre 2016, il Garante per la protezione dei dati personali ha reso noto la pubblicazione da parte del Gruppo dei Garanti Europei (WP29) delle linee guida su alcuni aspetti principali del nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali, già in vigore ma che esplicherà i propri effetti all’interno degli Stati Membri a partire dal maggio 2018.

Le linee guida riguardano il “responsabile per la protezione dei dati” (meglio noto come “Data Protection Officer – DPO”), il diritto alla portabilità dei dati e la “autorità capofila” che dovrà svolgere il ruolo di “sportello unico” per i trattamenti transnazionali.

Facebook: contenuti illeciti nel web e l’obbligo di rimozione da parte dei providers

La condivisione, la diffusione e la fruizione in rete di contenuti, immagini e video attraverso i cosiddetti social network, e non solo, è ormai parte delle nostre quotidiane abitudini di vita. Cosa accade, però, quando l’attività di condivisione e diffusione da parte di soggetti terzi è lesiva di un nostro diritto? Quale tutela si prospetta per coloro che si ritengono danneggiati dall’immissione in rete di un contenuto illecito?

Incontro formativo e dibattito

Dalla dipendenza affettiva alla “relazione malata”
Donne sul web: le forme di violenza legate alle nuove tecnologie

Mercoledì 30 novembre 2016 – ore 18.00
presso la Sala Conferenze – ex Distilleria, Via Ampere (ex vetreria di Pirri)
Scarica il programma dei lavori

Mirai il malware che ha messo in ginocchio Twitter, Amazon, Netflix e altri

Mirai è il nome di un malware specializzato nell’Internet of Things (IoT) che ha messo in ginocchio per alcune ore mezza East Coast degli stati uniti. Servizi come Twitter, Amazon, Netflix e altri di rilevante importanza sono risultati pertanto inagibili durante l’ attacco DDoS (Distributed Denial of Service) del il 21 ottobre scorso.

Per capire la pericolosità di quanto è accaduto e sta accadendo è bene ricordare che la botnet Mirai responsabile di quanto accaduto lo ha fatto usando circa 100.000 telecamere connesse a Internet basate su schede della cinese XiongMai Technologies, tutte con lo stessa username e password di default.